Quattrocchi

Collaborazione attiva dal 2021 al 2022

QUATTROCCHI è un progetto realizzato dal duo artistico Orecchie D’Asino, formato da Ornella De Carlo e Federica Porro. Creando una finta corporate, le artiste hanno dato forma ad un immaginario che consentisse l’azione diretta con i cittadini e quindi funzionasse da interruttore per generare un cortocircuito.

Orecchie D’Asino lavorano nel campo artistico dal 2018, la loro pratica si muove da esercizi di improvvisazione teatrale per espandersi poi nella ricerca del quotidiano e dell’attività onirica, attraverso diversi linguaggi e metodologie artistiche. Negli anni prendono parte a diverse mostre personali e collettive oltre che a far parte di premi nazionali e residenze artistiche.

QUATTROCCHI è un progetto ideato da Orecchie D’Asino e realizzato nell’inverno del 2021 in collaborazione con Leila – La biblioteca degli oggetti grazie al supporto della Biblioteca Salaborsa e del Comune di Bologna.

QUATTROCCHI è un esperimento collettivo che riutilizza gli oggetti per produrre un gioco di scambio, ripensare le dinamiche e le abitudini nascoste sotto la superficie del quotidiano, rinnovare il senso dell’incontro e del fare rete in modalità offline e mettere in discussione concetti chiave del mondo contemporaneo come scambio e fiducia. Come avvengono le relazioni nella nostra società? Che valore hanno? Come immaginiamo le relazioni del futuro? In tempi di Facebook, Tinder e Instagram, sappiamo ancora incontrarci a quattrocchi?

Basandosi sull’impatto delle tecnologie e la fragilità dei legami che ne deriva, QUATTROCCHI si dirama in modo trasversale e intergenerazionale tra i luoghi e gli abitanti della città come un gioco di società in cui lo scambio, la fiducia e l’incontro sono i traguardi e le tappe da raggiungere. Orecchie D’Asino cerca di invertire il processo consumistico e capitalistico del nostro presente che aumenta sempre di più la fragilità della vita sociale e la friabilità delle relazioni: creando una finta corporate che distribuisce scatole in cui l’oggetto e la sua immagine vengono nascoste, si riscopre così il piacere della sorpresa e del caso. L’oggetto non acquista importanza grazie alle sue caratteristiche esibite ma si trasforma in un link verso una nuova sfera esperienziale. Simili intenzioni e riflessioni sono coincise con gli obiettivi di Leila Bologna, non solo la biblioteca degli oggetti, ma anche un luogo vitale di esperienze e socialità. È proprio grazie alla sintonia e alla collaborazione con lo spazio e le persone di Leila che QUATTROCCHI ha ritrovato la voglia e l’energia per essere realizzato anche sul suolo di Bologna.

Il progetto si è strutturato quindi in una prima fase (20 novembre – 5 dicembre 2021) di raccolta dei partecipanti e dei loro oggetti attraverso un desk presso la piazza coperta della Biblioteca Salaborsa ed in una seconda fase (9 – 20 dicembre 2022) di distribuzione in cui Orecchie D’Asino distribuiva le scatole e il loro contenuto nascosto all’ingresso della Biblioteca Salaborsa. Le persone che decidevano di prendere una delle scatole aderivano al progetto e quindi avrebbero incontrato il proprietario dell’oggetto. Nella terza fase (gennaio 2022) sono avvenuti gli incontri tra i partecipanti ai progetti lungo le fermate degli autobus di Bologna. Ad essi è stato richiesto di inviare un feedback delle esperienze e delle conoscenze nate grazie all’incontro che QUATTROCCHI aveva pianificato, oltre che consigliato dei nuovi e anticonformisti modi di approccio.

L’intenzione ora è quella di riuscire a pubblicare un libro che possa contenere i vari feedback ricevuti oltre che le chiavi della ricerca che hanno supportato QUATTROCCHI e che hanno mosso Orecchie D’Asino nella realizzazione del progetto. Inoltre non si esclude la possibilità di poter organizzare una giornata di incontro e presentazione della pubblicazione con tutti i partecipanti di QUATTROCCHI.

Collaborazioni

LA PRIMA BIBLIOTECA DEGLI OGGETTI IN ITALIA

Leila è un luogo in cui gli oggetti si possono prendere in prestito gratuitamente, evitando così di doverli comprare. Nasce nel 2016 come associazione culturale affermandosi sin da subito come uno strumento concreto di economia circolare e di prossimità, tutela ambientale e creazione di comunità attraverso la cultura della condivisione.

Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
Conosci Leila

© 2024 Leila Bologna - La Biblioteca degli oggetti APS

© 2024 Leila Bologna - La Biblioteca degli oggetti APS

Punto Leila presso la biblioteca Jorge Luis Borges

16:00 – 19:00

Martedì dalle ore 10:00 – 13:00

Punto Leila presso la Biblioteca Luigi Spina

16:00 – 19:00

Punto Leila presso Salaborsa

16:00 – 19:00

Sede principale di Leila Bologna

Via Luigi Serra, 2 G/H, 40129 Bologna BO

Lunedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì

16:00 – 19:00

Martedì dalle ore 10:00 – 13:00